domenica 23 ottobre 2016

RECENSIONE ‘HO IMPARATO A SOGNARE-Una fra le più belle lezioni della vita’ DI MICHELE ORIONE





ISBN: 978-88-6884-910-8
Prezzo: € 10,00
Categoria: Narrativa
Anno: 2016
Pagine: 80
Autore: Michele Orione


In sintesi
In una sera d’inizio primavera, l’esuberante, vulcanica e frizzante diciassettenne Nadia e l’amica del cuore Alessandra, si allenano fra le rappezzate mura del vecchio palestrone del paese. La passione per il loro sport, la pallavolo, e la loro innata complicità, portano le due giovani a restare in campo ben oltre l’orario previsto. Il richiamo con cui il burbero custode dell’impianto, Antonio, le invita a raggiungere le compagne nello spogliatoio, riporta le due ragazze alla realtà, al presente, quasi a risvegliarle da un sogno. Nadia, però, non ha alcuna intenzione di smettere di sognare e quell’ordine, “Muovetevi, a cambiarvi”, diventa il pretesto per coinvolgere l’uomo, suo malgrado, in una scommessa che ha il sapore di una romantica promessa, di un sogno. Un sogno da realizzare, troppo grande per non essere condiviso, troppo bello per non essere inseguito. Un sogno da vivere, per comprendere la più bella fra le lezioni della vita: l’importanza di… imparare a sognare.

Link kimerik
http://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=2271

RECENSIONE
Un romanzo fresco, dai toni originali, scritto da una penna maschile davvero dinamica, sensibile e scorrevole. Non sono solita leggere questo tipo di letture ed è anche raro trovare racconti o narrativa che creano trame valide su esperienze sportive o sogni da custodire. Orione secondo me oltre che avere un talento nella sua disciplina, ha anche la capacità di saper narrare vicende altrui riflesse su un mondo che conosce come le sue tasche. E lo fa bene, perché quelle stesse parole vengono dal cuore e dall’anima di chi nella vita ha messo in prima persona tutto l’impegno per sacrificare se stesso e credere nei sogni. Già, i sogni, l’unica vera materia che ci rende vivi e che ci spinge a desiderare di continuare a vivere sempre e comunque. Ho trovato i protagonisti davvero deliziosi: Nanà, ha una forza vitale straordinaria, Ale è un’irriverente figura che sprizza gioia fra le righe, mentre Chiara con il suo messaggio di vita ci fa riflettere su quanto a volte possiamo ritenerci fortunati e invece non facciamo altro che lamentarci. Lei in un momento così difficile è riuscita a trovare nella sua passione il coraggio per andare avanti a tutti i costi. Antonio è un personaggio davvero tenero e speciale e insieme a Strevi fanno da colonne portanti al romanzo regalandogli saggezza e purezza umana. Da questo romanzo traspare l’affetto e la veridicità che dovrebbero esserci sempre in qualunque ambiente sportivo, perché ci consiglia di non star dietro alle ‘cose materiali’, ma dar importanza e valore ai sentimenti di ognuno di noi. Una lettura da consigliare, una novità narrativa per di più partorita da una penna maschile che con dolcezza e garbo ci ricorderà per sempre come ‘imparare a sognare, per far diventare quel sogno una meravigliosa realtà.’


FRANCESCA GHIRIBELLI

Nessun commento:

Posta un commento