venerdì 22 gennaio 2016

RECENSIONE 'TRASFORMAZIONE DI UN DOLORE-LA RANA E IL PRINCIPE' DI LETIZIA CASUSCELLI


ISBN: 978-88-6884-691-6
Prezzo: € 14,50
Categoria: Narrativa
Anno: 2015
Pagine: 248
Autore: Letizia Casuscelli


LINK CASA EDITRICE

http://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=2050





In sintesi

Trasformazione di un dolore è la storia di una donna, con una gratificante carriera lavorativa di fronte a sé e un matrimonio alle spalle, che le ha donato la gioia di un figlio al quale non fa mancare le sue premure di madre. Intraprendente, determinata e risoluta, la protagonista sembra immune a qualsiasi sventura che la vita possa riservarle. A scuotere l’equilibrata esistenza di questa donna senza volto né nome – che diviene in tal modo lo specchio di ogni lettore – è la comparsa di strani sintomi. Non sono tanto i malori o le paure ad avvilire l’eroina, quanto piuttosto la diagnosi che tarda ad arrivare. È Natalia, la sorella con la quale ha un legame affettivo più intenso, la sola che la sostiene e la affianca nella sua odissea, almeno fino a quando non vedrà un barlume di speranza accendersi grazie ad Armando…


RECENSIONE

Rispetto alle precedenti letture, ho trovato questa lettura in alcuni tratti un po' ripetitiva, ma non è una critica. In fondo, è un genere di libro che si discosta da tutti gli altri, e la sua bellezza è proprio questa. Non narra di avventure fantasiose o storie d'amore in formato di fresco romance o di commedia leggera e superficiale. 'La ripetizione' non è un difetto, ma è il racconto di una donna attorniata da una famiglia numerosa, esule dal rapporto burrascoso con il suo ex e mossa dall'affetto ancora inespresso per Federico, un figlio sensibile e amorevole.
Ma nonostante tutto la protagonista si ritiene fortunata, perché ha l'amore dei suoi cari, possiede previsioni positive future per il rapporto con suo figlio da migliorare e un lavoro che la soddisfa completamente.
La vita però è proprio a quel punto che ti mostra ' il conto'. Un conto amaro e desolante, ma non è subito il resoconto terribile di una malattia che dà per spacciata la protagonista, anzi è questo che rende il libro un racconto di vita del tutto diverso e nuovo. Un cammino dove l'angoscia per ottenere una diagnosi completa sulla sua salute è maggiore della paura stessa di poter davvero avere quel genere di malattia.
La protagonista è una donna che si farà prendere da ogni tipo di ansia, tanto quasi da credere ciò che gli altri sospettano sul suo stato di salute. La sua è tutta un'invenzione psicologica o sta davvero male fisicamente?
E' questa la grande tematica del romanzo, perché quasi fino alla fine il lettore resta nell'atroce dubbio quasi quanto il personaggio principale.
Conferisco tre stelline e mezzo, perché mi sarei aspettata di leggere un'introspezione ancor più intima dal punto di vista narrativo, vista la tematica del libro letto; mentre spesso la scrittrice si perde in una lista di azioni qualche volta ripetitive. Comunque sia è una lettura costruttiva, piacevole, nonostante sia un tema crudo e purtroppo reale dal punto di vista esistenziale. D'altronde, però i libri servono anche a questo, e l'autrice ha creato un 'diario di bordo' emozionante, quasi per dare coraggio a chiunque affronti un simile dilemma fisico e mentale.
Consiglio a tutti questa lettura a livello umano e interpersonale.






FRANCESCA GHIRIBELLI

2 commenti:

  1. Grazie per la tua stimolante recensione.

    RispondiElimina
  2. grazie a te per avermi letto e seguito nel mio piccolo spazio!

    RispondiElimina